mercoledì 11 gennaio 2012

Zenzero alimento e rimedio per eccellenza


Lo Zenzero o “Ginger”  è il nome commerciale del rizoma dello Zingiberis officinalis recens, sicuramente una delle spezie più diffuse al mondo, è usato  nelle preparazioni culinarie e nella farmacopea naturale di  molti paesi sia orientali che occidentali,  ha un sentore che ricorda gli agrumi ed un sapore relativamente piccante.
A parte il discorso gastronomico, lo zenzero apporta sollievo o addirittura è in grado di guarire  numerosi disturbi comuni, tanto che viene utilizzato in molti casi come e vera terapia basata sui prodotti alimentari naturali.


E’ stato ormai confermato da varie ricerche scientifiche che lo zenzero ha le seguenti proprietà curative:
 


- migliora la digestione
- è un disinfettante del cavo orale e del tratto digerente
- aiuta lo stomaco (da utilizzare con cautela in caso di gastrite)
- stimola la secrezione della bile
- aiuta la flora batterica intestinale
- favorisce la peristalsi
- calma la nausea
- stimola la diuresi
- agisce sul metabolismo
- aiuta la perdita di peso nelle diete
- è un valido aiuto per le malattie da raffreddamento e da influenza
- riduce la febbre.
- combatte la tosse, il catarro e l’ostruzione nasale
- regola la pressione arteriosa
- aiuta la riduzione del colesterolo
- ha un’azione anti infiammatoria
- è di aiuto nei dolori articolari

In un recente studio condotto negli Stati Uniti è stata provata anche una sua azione nella prevenzione del cancro (principalmente quello al colon), come aiuto nell’attenuazione degli effetti colaterali dovuti ai farmaci utilizzati nelle terapie antitumorali.
L’azione dello zenzero , come abbiamo visto, aiuta molte problematiche legate alla salute e non ha alcuna controindicazione oggettiva, potrebbe essere un valido aiuto nella riduzione dei farmaci in generale, che per contro producono sempre inevitabili effetti collaterali più o meno blandi.
Bisogna comunque sempre ricordare che l’utilizzo dei rimedi basati sui prodotti naturali ha un approccio diverso da quello che prevede l’utilizzo di medicinali, gli effetti sono più graduali, spesso moderati, le quantità devono essere equilibrate ed assunte in maniera costante anche per lunghi periodi o meglio devono diventare parte integrante della propria alimentazione.
Lo zenzero può entrare facilmente nell’alimentazione quotidiana, possiamo utilizzarlo in varie semplicissime preparazioni. Per problemi legati alla gola o all’apparato digerente è sufficiente mangiarne lentamente alcune sottili fettine dopo i pasti o durante la giornata, si può grattugiare nelle insalate, mettere in infusione nel te o nelle tisane, è possibile frullarlo con acqua zuccherata e berne il succo dopo filtratura, infatti è anche un ottimo dissetante/rinfrescante che viene utilizzato nella preparazione di molte bibite industriali (in questo caso meglio evitare).

C’è da chiedersi: “perché non usarlo quotidianamente?”….infatti!  Non è mai troppo  tardi per cominciare, i negozi bio ne sono pieni ed ora anche i supermercati.

A breve qualche pubblicazione con idee o ricette sull’utilizzo dello zenzero.  

4 commenti:

  1. Me lo compro sabato,ho un'influenza e raffreddore antipatico da due settimane!Una volta ho fatto un centrifugato di cetriolo carota e zenzero mi sembrava il succo della vita però era troppo piccantino!

    RispondiElimina
  2. Ciao Alessandra benvenuta in quest'altro "Angolino" :)
    Vedrai che per alcune cose lo zenzero è davvero portentoso, a breve posto una ricetta per farlo candito, il che certo non attenua la piccantezza ;)

    Aggiungo il tuo blog fra ipreferiti

    A presto

    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carla mercoledi.11 gennaio 2013 23:11

      grazie dell'informazione. l'ho comprato e per ora ho fatto solo la tisana, ma aspetto quelche ricetta.

      Elimina
    2. Ciao Carla, vedo di organizzarmi a risolvere questo mio periodo di latitanza dal blog con una ricetta allo zenzero :)

      A..... mercoledì :)

      Paolo

      Elimina